Go Back

Cosce di pollo alla paprika

Una ricetta veloce con il pollo facile e dal gusto particolare. Un secondo di carne facile, perfetto per il pranzo della domenica, che piace ai bambini e a tutta la famiglia.
Piatto Secondi
Cucina Italiana
Keyword cosce di pollo, paprica, pollo
Preparazione 10 minuti
Cottura 50 minuti
Tempo totale 1 ora
Porzioni 4
Calorie 450 kcal
Autore Gianni Polesello (https://www.mangiabevigodi.it)

Ingredienti

  • 4-5 cosce di pollo
  • 4-5 patate
  • 1 cipolla rossa
  • 1 cipolla bianca
  • paprica dolce q.b.
  • paprica affumicata q.b.
  • aglio in polvere q.b.
  • olio q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • rosmarino q.b.
  • 30 ml vino bianco

Istruzioni

  1. Tagliare le patate a spicchi e affettare grossolanamente le cipolle. Trasferire quindi il tutto in una teglia da forno insieme a qualche ramoscello di rosmarino.
    tagliare le patate
  2. Aggiungere le cosce di pollo nella teglia, versare un filo d’olio e aggiungere tutte le spezie. Mescolare con le mani finché le spezie non si saranno distribuite su tutta la superficie della carne e delle patate.
    ricetta cosce di pollo alla paprika
  3. Aggiungere pochissimo vino così da non far seccare troppo la preparazione in cottura.
    aggiungere vino
  4. Infornare a 200 °C per circa 50 minuti. A metà cottura mescolare le patate e girare le cosce di pollo.
    cottura pollo alla paprika al forno
  5. Sfornare e servire.
    cosce di pollo alla paprika

Video ricetta

Note

In questa ricetta oltre alla paprica dolce ho utilizzato paprika affumicata. L’aroma affumicato dato dalla spezia dona quel qualcosa in più alla preparazione (come se fosse fatta al barbecue pur essendo fatta in forno). Si tratta di un piatto della domenica in famiglia, importante quel tanto che basta da renderlo perfetto per il weekend, ma facile da preparare come un qualsiasi secondo veloce che si prepara in mezzo alla settimana lavorativa.

Non essendoci paprica forte o piccante, il pollo piace anche ai bambini.

NB: attenzione all’aglio. Io preferisco utilizzare quello in polvere e non quello fresco in quanto quest’ultimo tende a bruciacchiarsi in cottura.