4.25 da 4 voti
Stampa

Linguine all'astice

Un primo piatto di pesce perfetto per essere servito nei menù delle feste.

Piatto Primi
Cucina Italiana
Preparazione 10 minuti
Cottura 15 minuti
Tempo totale 25 minuti
Porzioni 2

Ingredienti

  • 200 g linguine (o spaghetti)
  • 1 astice (ca. 500 g)
  • 20 pomodorini
  • 1 bicchiere bicchiere vino bianco
  • 2 spicchi aglio
  • 2 cucchiai prezzemolo tritato
  • olio evo q.b.
  • peperoncino q.b.
  • sale q.b.

Istruzioni

  1. Tagliare l’astice a metà, rimuovere il "tomalley" (vedi note) e lavarlo sotto l'acqua corrente.

  2. Spellare i pomodorini e tagliarli a quarti.

  3. Portare a bollore e salare l’acqua della pasta, immergervi quindi le linguine. Bisognerà cuocerle per metà del tempo di cottura nell’acqua bollente, e per metà nel sugo (per renderlo cremoso).

  4. Soffriggere uno spicchio d’aglio in una padella con un po’ di olio evo. Aggiungere i pomodorini precedentemente spellati e tagliati a quarti. Cuocere il tutto una decina di minuti per restringere il sugo. Aggiungere infine un pizzico di peperoncino.

  5. Nel frattempo in un’altra padella (con un po’ d’olio) cuocere le 2 metà dell’astice. Posarle inizialmente (2 minuti) con la polpa a contatto con la padella tenendo il fuoco medio alto. Dopo un paio di minuti deglassare il fondo di cottura con il vino, abbassare la fiamma al minimo e coprire con il coperchio. L’astice sarà cotto mediamente in circa 8-10 minuti. Rimuovere quindi il crostaceo dalla padella, spolparne la coda e tagliarla a pezzetti.

  6. Trasferire il sugo di pomodoro nella padella con il fondo di cottura dell’astice e amalgamare bene il tutto.

  7. Quando le linguine saranno cotte per metà del tempo di cottura, trasferirle nella padella con il sugo e continuare a cuocerle, come un risotto, per il resto del tempo riportato sulla confezione (aggiungendo al bisogno mestoli di acqua di cottura).

  8. Una volta cotta la pasta, ed ottenuto il giusto livello di cremosità del sugo, aggiungere il prezzemolo e i pezzetti di polpa della coda. Spadellare un minuto per amalgamare il tutto.

  9. Impiattare utilizzando le 2 metà del carapace (rimaste integre) come guarnizione del piatto. Non dimenticare di dotare i commensali di pinze per mangiare le chele. Buon appetito!

Note

Per un ulteriore approfondimento riguardo i punti di cui sopra, e per saperne di più sulla scelta, sulla conservazione e sulle modalità di uccisione e pulizia di questo crostaceo, date un'occhiata all'apposito tutorial sull'astice.