Go Back
4.88 da 8 voti
Stampa

Gamberoni alla griglia (o alla piastra)

I gamberoni alla griglia sono un antipasto o secondo di pesce davvero squisito. Visto il costo della materia prima è imperativo non sbagliare la cottura. Qui ti spiego tutto.

Piatto Secondi
Cucina Italiana
Keyword alla griglia, alla piastra, barbecue, gamberi, gamberoni
Preparazione 10 minuti
Cottura 5 minuti
Tempo totale 15 minuti
Porzioni 2
Calorie 250 kcal
Autore Gianni Polesello (https://www.mangiabevigodi.it)

Ingredienti

  • 20 gamberoni
  • 1 spicchio aglio
  • 1 mazzetto timo limonato (o, in alternativa, prezzemolo)
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • sale fino q.b.
  • sale grosso q.b.

Istruzioni

  1. Tritare molto finemente il mazzetto di timo limonato (o prezzemolo) e metterlo in una ciotola. Aggiungere un piccolo spicchio d’aglio spremuto con lo spremiaglio (vedi il mio) e un pizzico di sale. Coprire il tutto con olio extravergine di oliva di buona qualità e mettere da parte.

    Emulsione di aglio, olio e prezzemolo
  2. Pulire i gamberi e rimuovere l’intestino lasciando integro il carapace. Asciugare quindi i gamberi molto bene con la carta assorbente

    Rimuovere l'intestino alle mazzancolle
  3. Cospargere una piastra di ghisa di sale grosso. Accendere il barbecue e portarlo alla massima temperatura che è in grado di raggiungere. A piastra di ghisa caldissima (fai cadere sopra la piastra qualche goccia d’acqua, deve vaporizzarsi all’istante) aggiungere i gamberi. NB: se il tuo grill o barbecue dispone di una piastra di ghisa come accessorio ufficiale conviene utilizzare quella. Se invece non l’hai ancora acquistata ti consiglio questa della Outoorchef (vedi su Amazon) che è double face (un lato liscio e uno a griglia) e va anche sul fornello a gas. Io la utilizzo sempre quando non ho tempo/voglia di accendere il barbecue grande. Cuocere i gamberi 2-3 minuti per lato a seconda della potenza del grill o del barbecue. Generalmente quando i gamberoni sono pronti si forma una “crosticina” di proteine caramellizzate sul carapace (in prossimità della giunzione testa-cosa) e si sprigiona un meraviglioso profumo di crostacei alla griglia. Non esagerare con la cottura altrimenti le carni si asciugano troppo. In caso di dubbio, devi sapere che è molto più buono un gambero rimasto indietro con la cottura che uno cotto troppo (quindi non superare i 2-3 minuti per lato).

    gamberoni alla griglia o alla piastra
  4. Trasferire i gamberoni nei piatti, cospargerli con l’emulsione preparata in precedenza e servire.

    Gamberoni alla griglia

Note

  • Per la pulizia di questi crostacei puoi consultare la mia guida su come pulire i gamberi e rimuovere l’intestino.

  • Come in tutte le cotture alla griglia o alla piastra, l’acqua è il tuo nemico. Fino a che l’acqua sulla superficie della pietanza non è completamente evaporata, la temperatura non va oltre i 100 °C bloccando di fatto la caramellizzazione delle proteine. I gamberi non fanno eccezione ed è per questo motivo che è molto importante asciugarli bene prima di metterli sulla piastra caldissima.

  • I liquidi rilasciati dai gamberi in cottura sciolgono in piccola parte il sale grosso sparso sulla piastra salando in modo delicato il carapace dei gamberi. Il carapace ovviamente non lo mangerai, ma la testa ti consiglio ugualmente di metterla in bocca per succhiare la parte più buona del gambero. Ecco a cosa serve salare il carapace!