Come pulire e tagliare i peperoni velocemente e senza sprechi

Tagliare i peperoni velocemente è semplicissimo. In questa guida ti insegnerò come farlo senza sprecare nulla, sporcando solo un coltello e un tagliere.

Peperoni rossi tagliati a falde

Con buona pace dei venditori delle fiere te lo dico subito: non ti serve una macchina per tagliare i peperoni! Non riempiamoci gli armadietti della cucina di aggeggi inutili! Tutto ciò di cui hai bisogno è un coltello e un tagliere.

Che tu debba preparare i peperoni per la griglia, per la peperonata o per farli ripieni il procedimento non cambia. Questo che vado a descriverti è decisamente il modo più furbo e veloce per tagliare questo ortaggio!

Nota: prima di proseguire la lettura, non dimenticare di mettere un like alla pagina facebook del blog. Sarai così sempre informato sulle nuove ricette, articoli e guide.


Step 1 – Tagliare la calotta al peperone

Dopo aver lavato e asciugato il peperone riponilo sul tagliere. La prima operazione da fare è il taglio della calotta. Il taglio deve passare esattamente per l’attaccatura del picciolo. Una volta tagliata la calotta, con una leggerissima trazione quest’ultimo si staccherà subito dalla polpa. Ora metti da parte la polpa (il picciolo va gettato) e passiamo al resto.

Nota: se devi preparare i peperoni ripieni, conviene tagliare appena sotto l’attaccatura del picciolo. In tal modo quest’ultimo resterà attaccato alla calotta ed avrà una funzione decorativa al momento della presentazione del piatto.

Tagliare la calotta al peperone


Step 2 – Togliere i semi ai peperoni

I semi del peperone sono ragruppati insieme in un nucleo centrale. Questo blocco di semi è attaccato al resto dell’ortaggo con 4 listarelle bianche. Per togliere i semi non dovrai fare altro che tagliare questi quattro punti di attacco. Una volta effettuato il taglio afferra il blocco di semi e ruotalo. Si staccherà subito dal peperone e potrai rimuoverlo facilmente. Se qualche seme fosse caduto all’interno del’ortaggio basterà picchiettare quest’ultimo un paio di volte contro il tagliere per farli cadere.

NB: se devi preparare i peperoni ripieni puoi fermarti qui. L’ortaggio così tagliato è perfetto per essere farcito a piacere, chiuso con la calotta, e infilato in forno.

Togliere i semi al peperone

Togliere i semi ai peperoni

Svuotare l'ortaggio per preparare i peperoni ripieni

Il peperone, così tagliato e svuotato è perfetto per la preparazione dei peperoni ripieni.


Step 3 – Rimuovere la base del peperone

A meno che tu non debba preparare i peperoni ripieni al forno, puoi procedere ora a rimuovere la base. E’ sufficiente un taglio trasversale per staccarla dal resto dell’ortaggio.

A questo punto ti troverai con tre blocchi di polpa pulita: la base, la calotta (col foro dove c’era il picciolo al centro) e la parte centrale. Vediamo come tagliarli!

Tagliare la base ai peperoni


Step 4 – Tagliare la base e la calotta dei peperoni a listarelle

La base e la calotta dei peperoni hanno una forma irregolare che mal si sposa con la gran parte delle preparazioni. Per questo motivo abbiamo provveduto sin dall’inizio a separarle dal resto dell’ortaggio. Potete però impiegarle tagliate a listarelle per preparare la pasta (ad esempio questa pasta con peperoni e rosmarino) o per decorare crostini (ad esempio questi crostini con gamberi e avocado).

Disponete la base e la calotta del peperone sul tagliere con il lato regolare rivolto verso il basso (così non si sposteranno) e tagliatele a listarelle sottili. Se non vi servono immediatamente potete riporle in una vaschetta e conservarle 2-3 giorni in frigorifero. Solitamente se la domenica preparo i peperoni in padella o alla griglia, il martedì o il mercoledì successivo impiego le listarelle per una pasta veloce in pausa pranzo.

Tagliare la base e la calotta dei peperoni a listarelle

Tagliare i peperoni a listarelle

Peperone rosso tagliato a listarelle

Le listarelle di peperone ottenute possono essere conservate in frigo 2-3 giorni per essere impiegate nella pasta o nelle insalate.


Step 5 – Tagliare i peperoni a falde, a cubetti o alla julienne

La parte centrale del peperone è quella che si presta meglio al maggior numero di preparazioni.

Se abbiamo provveduto a tagliare la base e la calotta come precedentemente descritto avremo un grande anello di peperone con forma regolare. Gli utilizzi sono molteplici:

  • Possiamo tagliarne fette spesse circa 1 cm da impiegare come stampini dentro i quali cuocere le uova a occhio di bue.
  • Possiamo tagliare l’anello di peperone verticalmente a falde larghe 3-4 cm. La polpa così preparata avrà superficie piatta, perfetta per assicurare una cottura uniforme. Questo è il modo ideale di tagliare i peperoni per la grigliata o per cuocerli in padella.
  • Possiamo tagliare i peperoni alla Julienne. Basterà incidere l’anello verticalmente per ottenere un rettangolo di polpa con forma estremamente regolare. Sarà poi sufficiente tagliare questo rettangolo in striscioline di qualche millimetro di spessore per ottenere un perfetto taglio alla julienne.
  • Possiamo tagliare i peperoni a cubetti. Con la stessa tecnica descritta per il taglio alla Julienne possiamo ricavare dei “fiammiferi” di peperone di circa 1 cm di spessore. Taglieremo poi trasversalmente i bastoncini fino ad ottenere dei cubetti di dimensione regolare.
  • Se dovete tagliare i peperoni per la peperonata conviene ricavarne dei quadrati o rettangoli di 2-4 cm di lato. E’ la misura ideale per questa preparazione.
Parte centrale del peperone pronta per essere tagliata alla Julienne

Dopo aver rimosso la base e la calotta rimane un anello di peperone di forma molto regolare. Volendo si possono ricavarne dei dischi da usare come stampini per le uova a occhio di bue.

Incidere la parte centrale del peperone per poi procedere al taglio alla Julienne

Incidere l’anello di peperone per ricavare un rettangolo di polpa; perfetto per un taglio a falde o alla Julienne

Tagliare i peperoni a falde

La polpa di peperone, ora ha una forma molto regolare. Non resta che tagliarla a falde.

Come tagliare i peperoni a falde

Il peperone tagliato a falde è perfetto per la griglia o per la padella. La forma regolare infatti garantisce una cottura uniforme della polpa.


Ti è piaciuto questo tutorial? Se non l’hai ancora fatto, dimostralo all’autore condividendo l’articolo e mettendo un like alla pagina facebook del blog.

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *