Spigola al cartoccio con olive nere, acciughe e pomodorini. Una ricetta per non sporcare in cucina

La spigola (o branzino) al cartoccio è un secondo piatto semplice e saporito da fare al forno. Con questa ricetta c’è anche il jolly: non sporcherete nulla.

Spigola al cartoccio

Cottura al cartoccio: un modo furbo per cucinare la spigola.

Il mercoledì nel nostro paese fanno il mercato del pesce e a casa nostra un rito irrinunciabile è il giro in pescheria. Un altro rito irrinunciabile è la bottiglia di prosecco ghiacciata per accompagnare la cena (siamo pur sempre trevigiani DOC). Segue poi lo stato di beatitudine alcolica post cena e la conseguente poca voglia di lavare i piatti. Ciò mi ha portato nel tempo ad elaborare dei piatti volti a sporcare il meno possibile.

In questa ricetta ho cucinato la spigola (chiamata branzino qui al nord) al forno dentro un cartoccio di alluminio. La cottura al cartoccio è un modo furbo per cucinare il pesce per un sacco di buoni motivi:

  • non si sporcano pentole, finita la cena si butta il cartoccio in spazzatura e i piatti in lavastoviglie;
  • gli aromi rimangono dentro al cartoccio e i piatti sono più saporiti;
  • dentro al cartoccio la temperatura non va oltre i 100 °C quindi il pesce non si brucia;
  • non è necessario aggiungere grassi, basta una spruzzata di olio evo per non far attaccare la pelle;
  • ci si può sbizzarrire con gli aromi creando piatti dal sapore sempre diverso.

In questa versione, oltre alla spigola, ho messo nel cartoccio aromi tipicamente mediterranei. Olive nere, pomodorini, capperi, aglio e acciughe si sentono prepotentemente nel sughetto e il piatto risulta molto saporito.

Aromi mediterranei in cartoccio

Branzino al cartoccio

Branzino al cartoccio
Stampa

Spigola al cartoccio con olive nere, acciughe e pomodorini

Piatto Secondi
Cucina Italiana
Preparazione 15 minuti
Cottura 30 minuti
Tempo totale 45 minuti
Porzioni 2

Ingredienti

  • 2 spigole
  • 1 spicchio aglio
  • 5-10 olive nere
  • 2 pomodorini
  • 5-6 acciughe sott'olio
  • 8-10 capperi sotto sale
  • olio evo q.b.

Istruzioni

  1. Pulire i branzini e asciugarli bene con carta assorbente.

  2. Spellare i pomodorini e tagliarli a pezzetti (io li taglio in 8 spicchi). Tritare le olive nere e le acciughe sottolio. Affettare a rondelle sottilissime lo spicchio d'aglio. Sciacquare e successivamente asciugare i capperi sotto sale.

  3. Stendere 2 fogli di alluminio, distribuirvi sopra gran parte degli aromi (pomodorini, acciughe, aglio, capperi) e aggiungere 1-2 spruzzate di olio evo.

  4. Infilare i restanti aromi nella pancia delle spigole. Riporle sopra l'alluminio e chiudere a formare 2 cartocci. Lasciare un piccolo buco all'estremità di ogni cartoccio per permettere la fuoriuscita dell'eccesso di vapore.

  5. Infornare in forno preriscaldato a 180-200 °C e cuocere per circa 30-35 minuti (questo è il tempo medio di cottura per branzini di circa 500 grammi l'uno).

  6. Sfornare e servire all'interno del cartoccio.

Note

Quando è stagione sono solito congelare borsette intere di pomodorini dell'orto (quelli con diametro compreso tra 3 e 5 cm). Li preferisco ai pomodorini freschi perchè da congelati si spellano molto facilmente. E' sufficiente metterli qualche secondo sotto acqua calda corrente e poi sfogliarli con le mani. La buccia scongelata si stacca facilmente mentre la polpa ancora congelata rimane soda.

Nella ricetta consiglio di non usare più di un pomodorino per cartoccio. I pomodorini sono ricchi di acqua; se ne usate più d'uno (o se non asciugate bene il pesce) vi ritroverete con un sughetto annacquato.


Se ti è piaciuta questa ricetta non dimenticare di condividerla e di mettere un like alla pagina facebook del blog. Aiuterai questo sito a crescere e darai uno stimolo all’autore per continuare a migliorarsi.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *