Cavoletti di Bruxelles in padella

Non sai come cucinare i cavoletti di Bruxelles in padella? In questa ricetta dettagliata ti spiego tutto per filo e per segno. Vai subito alla ricetta e alla videoricetta oppure continua la lettura per le curiosità e per la presentazione del piatto!

Cavoletti di Bruxelles in padella

LINK SPONSORIZZATI

NB: mi piace dialogare con i miei lettori. Usa i commenti per dirmi che ne pensi della ricetta e, se poi vuoi darmi un grande aiuto, contribuisci a far crescere il sito seguendo il mio canale Youtube!

Presentazione

Cavoletti di Bruxelles in padella

A casa nostra i cavoletti di Bruxelles piacciono a tutta la famiglia, bambini compresi. Questi piccoli ortaggi ricchi di vitamine (sono tra gli ortaggi che contengono le più elevate quantità di vitamina C) e di nutrienti sono perfetti per accompagnare secondi di carne o di pesce. Saltati in padella, eventualmente con un po’ di pancetta affumicata (se non si è vegetariani) e/o parmigiano, sono davvero squisiti. Si preparano in pochi minuti e sono perfetti per chi ha poco tempo e non vuole rinunciare a un contorno salutare, goloso e facilissimo da realizzare. Possono essere cucinati anche al forno, magari in abbinamento a besciamella e noce moscata, ma la padella secondo me resta la scelta più immediata e comoda. Dopo aver rimosso le foglie più esterne e lavato gli ortaggi vanno bolliti brevemente o, ancora meglio, cotti a vapore (così da preservare maggiormente i nutrienti e i colori brillanti). Io lo faccio in pentola a pressione: 8 minuti dal fischio ed il gioco è fatto. Una volta messi in padella a cucinare si possono abbinare ad altri ingredienti o aromi. Io trovo che l’aglio, con le sue noti sulfuree, sia l’abbinamento perfetto. Oltre all’aglio a me piace aggiungere anche burro e, talvolta, noce moscata o prezzemolo. Trovo che rendano questo contorno vegetariano e vegano molto più saporito.

LINK SPONSORIZZATI

Curiosità

Iscriviti al mio canale Youtube

Da qualche anno mio papà ha iniziato a coltivare i cavolini di Bruxelles in orto. Si tratta di un piccolo ortaggio che si raccoglie solitamente da ottobre ad aprile. Se, anziché coltivarli, li compri al supermercato, avrai notato che sono sempre venduti in confezioni sigillate tenute all’interno di un banco frigo. Una volta pensavo fosse uno spreco di imballaggi ma mi sono ricreduto dopo aver letto La scienza delle verdure di Bressanini (vedi su Amazon). Ci sono infatti ortaggi che hanno una “respirazione” molto accentuata dopo la raccolta. Le cellule vegetali per continuare a vivere iniziano a consumare gli zuccheri e amidi contenuti nell’ortaggio. Il risultato è che perdono nutrienti, sapore e deperiscono molto velocemente. I cavolini (ma anche l’indivia belga) sono tra gli ortaggi con respirazione più accentuata e per questo motivo, per rallentare il deperimento, sono venduti confezionati e mantenuti in frigo. Se decidi di coltivarli ti consiglio pertanto di consumarli immediatamente dopo averli raccolti (oppure avvolgerli nella pellicola e conservarli in frigorifero).

Come cucinare i cavoletti di Bruxelles

Cavoletti di Bruxelles in padella
5 da 2 voti
Stampa

Cavoletti di Bruxelles in padella

Un contorno vegetariano goloso, facilissimo da realizzare, e pronto in pochi minuti. Grazie al gusto raffinato e al colore verde brillante i cavolini sono l’ideale per accompagnare eleganti piatti di carne o di pesce.
Piatto Contorni
Cucina Italiana
Keyword cavoletti di Bruxelles
Preparazione 5 minuti
Cottura 10 minuti
Tempo totale 15 minuti
Porzioni 3
Calorie 250 kcal
Autore Gianni Polesello (https://www.mangiabevigodi.it)

LINK SPONSORIZZATI

Ingredienti

  • 350 g cavoletti di Bruxelles
  • 2-3 noci di burro
  • 1 spicchio aglio
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • pepe q.b.
  • sale q.b.

Istruzioni

LINK SPONSORIZZATI

  1. Togliere le foglie più esterne dei cavoletti e lavarli accuratamente. Trasferirli quindi nella vaporiera della pentola a pressione e cuocerli per 8 minuti a partire dal fischio. Se non si dispone della pentola a pressione è possibile bollirli per circa 10 minuti.

    Cottura cavoletti di Bruxelles a vapore in pentola a pressione
  2. Trasferire i cavoletti ancora caldi in una padella con un paio di noci di burro, sale, pepe e un filo d’olio. Accendere il fornello e far sciogliere il burro (tenendo mescolati gli ortaggi).
    Cottura cavoletti di Bruxelles a vapore in padella
  3. Quando il burro e l’olio iniziano a friggere aggiungere uno spicchio d’aglio spremuto con lo spremiaglio (vedi su Amazon) e portare il fornello ad un calore moderato. Continuare la cottura per 2-3 minuti mescolando spesso e facendo attenzione a non bruciare l’aglio (una volta spremuto è più delicato).

    Cottura cavolini di Bruxelles in padella con aglio
  4. Servire i cavolini caldi (io porto direttamente a tavola la padella).
    Cavoletti di Bruxelles in padella

LINK SPONSORIZZATI

Video ricetta

Note

NB: se sei intollerante al lattosio, puoi preparare questa ricetta sostituendo il burro con burro chiarificato senza lattosio oppure con burro delattosato.

Domande frequenti

Qual è il tempo di cottura dei cavoletti di Bruxelles?

8 minuti a vapore in pentola a pressione, 10-15 minuti in acqua bollente, 15-25 minuti a vapore senza pentola a pressione. A meno che non si usi la pentola a pressione, conviene sempre inforcare i cavoletti con una forchetta per verificare il grado di cottura.

Perché i cavolini di Bruxelles si chiamano così?

Questi ortaggi prendono il nome dalla capitale del Belgio dove sono stati coltivati la prima volta.

Qual è la stagionalità dei cavoletti di Bruxelles?

I cavoletti di Bruxelles si trovano tutto l’anno ma la stagionalità naturale di questi piccoli ortaggi va da ottobre ad aprile.

Che vitamine hanno i cavoletti di Bruxelles e per cosa fanno bene?

Sono tra gli ortaggi più ricchi in assoluto di vitamina C e, di conseguenza, sono utili per prevenire/curare i malanni di stagione. Grazie al loro elevato contenuto in fibre questi piccoli ortaggi favoriscono inoltre il transito intestinale.

Come far mangiare i cavoletti di Bruxelles ai bambini?

Il trucco è non presentarli semplicemente lessi o a vapore ma insaporirli con altri ingredienti. Ad esempio saltandoli in padella con del burro e della pancetta, oppure cucinandoli al forno gratinati, o ancora abbinandoli alle uova per farci una frittata, ecc.

Perché i cavoletti di Bruxelles sono venduti sempre confezionati nel banco frigo?

Perché sono tra gli ortaggi con respirazione più elevata in tutto il regno vegetale. Se non si rallenta la respirazione (ponendoli in sacchetti ermetici e stoccandoli a basse temperature) le cellule vegetali per sopravvivere danno fondo ai nutrienti (zuccheri e amidi) facendo perdere di sapore ai cavoletti ed accellerandone il deperimento.

Potrebbero interessarti anche...

4 risposte

  1. Matilde ha detto:

    5 stars
    Deliziosi, adoro i cavolini di Bruxelles e li ho sempre fatti alla tua maniera. Non sapevo invece della respirazione grazie

    • Gianni ha detto:

      L’ho scoperto da relativamente poco anch’io 🙂 Grazie del commento e buona giornata Matilde 🙂

  2. Roberto Rinaldi ha detto:

    5 stars
    Grazie mille, piacevoli anche con pancetta/speck, tanti saluti

    • Gianni ha detto:

      Grazie mille a te del commento Roberto 🙂 Ottimi anche con pancetta o speck, li faccio spesso anche così 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valutazione ricetta




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.