Coda di rana pescatrice al forno con pomodorini – Facilissima!

La coda di rana pescatrice al forno con pomodorini è un secondo piatto di pesce semplicissimo da preparare ma dal sapore eccezionale.

Coda di rana pescatrice al forno con pomodorini e capperi

Ma coda di rospo e rana pescatrice sono la stessa cosa?

Assolutamente si! Solo che personalmente preferisco usare il termine rana pescatrice. Trovo sia un nome molto evocativo che si addice moltissimo a questo predatore degli abissi.

Questo pesce, dalla livrea bruna e mimetica, ha una testa massiccia (larga e appiattita) irta di spine, e una bocca enorme piena di denti aguzzi! Come forma ricorda un po’ la testa della rana, ma in versione cattiva! Una sorta di Mr. Hyde degli abissi. La seconda parte del nome (pescatrice) lo deve al primo raggio della pinna dorsale. L’evoluzione ha fatto si che si sia trasformato in qualcosa che ricorda una canna da pesca con all’estremità una sorta di “esca” carnosa (illicio) che agita davanti alla bocca. Le prede, attratte dall’esca che si agita, si avvicinano e vengono subito inghiottite dall’enorme bocca irta di denti. Non trovate che sia bellissimo il fatto che l’evoluzione sia riuscita a produrre questi animali?

Evoluzione a parte, le carni di questa specie ittica sono magre, saporite e hanno poche spine. In altre parole, si sposano benissimo con una dieta ipocalorica ed equilibrata (anche grazie alla ricchezza di omega 3). Una scusa in più per mangiare spesso coda di rospo.

Per questa ricetta ho utilizzato le code di rana pescatrice surgelate. Sono buone quanto quelle fresche e levano dall’incombenza della pulizia del pesce. L’unica accortezza da tenere sta nel prendersi per tempo nello scongelarle in frigorifero.

Prima di andare alla ricetta della coda di rana pescatrice al forno con pomodorini e capperi, che ne dici di seguirmi su Facebook? Contribuirai alla crescita di questo blog e, cosa ben più importante, farai felice l’autore!

Coda di rospo al forno con pomodorini e capperi

Coda di rana pescatrice al forno con pomodorini e capperi

Stampa

Coda di rana pescatrice al forno con pomodorini

Un secondo piatto di pesce facilissimo da preparare ma davvero molto saporito.

Piatto Secondi
Cucina Italiana
Preparazione 10 minuti
Cottura 30 minuti
Tempo totale 40 minuti
Porzioni 2

Ingredienti

  • 2 code di rana pescatrice
  • 3-4 pomodorini
  • 20 capperi capperi sotto sale (preventivamente sciacquati)
  • 2 spicchi aglio
  • aromi mediterranei secchi (aglio, origano, timo, salvia, ginepro)
  • olio evo q.b.

Istruzioni

  1. Spellare i pomodorini e tagliarli a spicchi. Lavare i capperi sotto sale. Tagliare a scagliette gli spicchi d'aglio.

  2. Disporre le code di rana pescatrice in una teglia metallica. Cospargerle con gli aromi secchi, le scagliette di aglio, i pomodorini e i capperi. Bagnare con un filo d'olio evo e pochissimo vino bianco.

  3. Infornare in forno statico preriscaldato a 200 °C per circa 30 minuti.

  4. Sfornare i tranci di rana pescatrice. Se il sugo fosse troppo liquido, a causa dell'acqua rilasciata dai pomodori, trasferire la teglia sul fornello (ecco perché conviene utilizzare una teglia metallica) e farlo evaporare mantenendo una fiamma media.

  5. Impiattare e servire. Tener pronto un po' di pane per fare scarpetta! Buon appetito!

Note

Il fegato della rana pescatrice è considerato una vera (e molto costosa) prelibatezza in Giappone. Una volta cotto (secondo la ricetta giapponese) assume la consistenza del famoso foie gras fatto con l'anatra. Se vi capita di visitare il mercato del pesce di Tokyo, prestate attenzione ai banchi dove questi pesci sono esposti. Lì le rane pescatrici sono vendute intere con la pancia aperta ed il fegato in bella vista. Più questo organo è grande più è costoso il pesce.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *