Merluzzo al forno con pomodorini agrodolci

Il merluzzo al forno con pomodorini agrodolci è BUONISSIMO, diverso dal solito e super facile da cucinare. Vai subito alla ricetta e alla videoricetta oppure continua la lettura per la presentazione del piatto!

Merluzzo al forno con pomodorini agrodolci

LINK SPONSORIZZATI

NB: mi piace dialogare con i miei lettori. Usa i commenti per dirmi che ne pensi della ricetta e, se poi vuoi darmi un grande aiuto, contribuisci a far crescere il sito seguendo il mio canale Youtube!

Presentazione

Merluzzo al forno con pomodorini agrodolci

La mia cucina è cambiata moltissimo nel corso degli anni. Intendiamoci, ho sempre avuto una predilezione per la cucina di pesce, ma non si può negare che i piatti di pesce che cucino oggi sono prevalentemente molto diversi di quelli che cucinavo qualche anno fa. Quando sono andato a vivere con mia moglie ad esempio cucinavo spessissimo crostacei e molluschi. Nel periodo gestazionale di mia moglie ho cambiato stile e mettevo in pentola prevalentemente pesce azzurro di piccola taglia (per introdurre omega-3 utili allo sviluppo del feto). Da quando abbiamo iniziato a svezzare mia figlia invece a casa nostra si mangiano principalmente filetti di pesce privi di lische. È una questione di tempo e praticità. Con la nostra vita frenetica trovo scomodo cucinare un pasto per noi e uno per mia figlia (che ancora non è in grado di rimuovere da sola le lische o carapace). Così, per semplificarmi la vita, cucino piatti uguali per tutti.

Il filetto di merluzzo al forno con pomodorini agrodolci che presento qui oggi rispecchia questa filosofia. A differenza della gran parte del salmone sul mercato, il merluzzo non viene allevato ma è sempre pescato. Si tratta inoltre di un pesce ottimo dal punto di vista nutrizionale che può essere preparato in moltissimi modi. I filetti venduti inoltre sono praticamente privi di lische, l’ideale insomma per chi deve far da mangiare il pesce ai bambini. E, a proposito di bambini, i pomodorini che accompagnano il merluzzo nella ricetta di oggi solitamente piacciono moltissimo anche a loro. Mia figlia ad esempio ne va matta e la gran parte dei pomodorini di accompagnamento finisce col mangiarseli lei. 

Lo zucchero, l’aceto e le poche gocce di salsa Worcester che accompagnano i pomodorini danno vita a un gusto molto particolare e davvero squisito. La cosa buffa è che il profumo che si sprigiona dal piatto ricorda un po’ quello del ketchup ma il sapore è decisamente diverso. Che aspetti a provarlo?

NB: se stavi cercando ricette con il merluzzo, in questo blog ne troverai molte. Se non sai da dove partire ti consiglio di cominciare con quella del merluzzo gratinato al limone e rosmarino. È buonissimo!

Come si prepara il merluzzo con pomodorini agrodolci

Iscriviti al mio canale Youtube
Merluzzo al forno con pomodorini agrodolci
5 da 1 voto
Stampa

Merluzzo al forno con pomodorini agrodolci

Un secondo di pesce insolito ma davvero buonissimo e facile da preparare.
Piatto Secondi
Cucina Italiana
Keyword merluzzo, pesce
Preparazione 5 minuti
Cottura 40 minuti
Tempo totale 45 minuti
Porzioni 2
Calorie 500 kcal
Autore Gianni Polesello (https://www.mangiabevigodi.it)

LINK SPONSORIZZATI

Ingredienti

  • 6-700 g filetti di merluzzo
  • 300 g pomodorini
  • 2 cucchiai aceto
  • 1 cucchiaio zucchero
  • 1/4 bicchiere vino bianco
  • 1/2 cucchiaino salsa Worcester
  • 1 spicchio aglio
  • 2-3 cucchiai prezzemolo
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Istruzioni

LINK SPONSORIZZATI

  1. Distribuire su una teglia i pomodorini. Aggiungere abbondante olio extravergine di oliva, una spruzzata di aceto, un cucchiaio di zucchero, sale, pepe, qualche goccia di salsa Worcester e poco vino bianco. Infornare a 200 °C per circa 15 minuti.
    Preparazione merluzzo al forno con pomodorini
  2. Porzionare i filetti di merluzzo.
    Porzionare il merluzzo
  3. Sfornare i pomodorini e aggiungere il merluzzo. Infornare nuovamente per altri 25 minuti.
    Cottura merluzzo al forno con pomodorini
  4. Sfornare e servire.
    Merluzzo al forno con pomodorini agrodolci

LINK SPONSORIZZATI

Video ricetta

Note

Il merluzzo e i pomodorini in cottura rilasceranno parecchi liquidi. Sul fondo della teglia è normale trovare un fondo di cottura piuttosto liquido (simile a quello di una cottura all’acqua pazza) e davvero delizioso (perfetto per fare scarpetta).

Potrebbero interessarti anche...

3 risposte

  1. Fabrizio Gibin ha detto:

    5 stars
    Bella ricetta, semplice e di grande effetto. L’unico dubbio: non condisci il merluzzo con proprio nulla prima d’infornare? Nemmeno un po’ di sale e pepe?
    Grazie!

    • Gianni ha detto:

      Grazie Fabrizio 🙂 Non aggiungo assolutamente nulla sul pesce. Per quel che riguarda il pepe non lo aggiungo perché lo aggiungo già sui pomodori, diventa quindi superfluo. Per quel che riguarda il sale non lo metto sia perchè lo aggiungo già nei pomodori, sia perchè il merluzzo solitamente è già salato di suo. Ti faccio una premessa. Fondamentalmente partendo dal merluzzo si ottengono 4 categorie di prodotto diverse:
      – Baccalà: in questo caso il merluzzo viene immerso in una salamoia molto concentrata per diversi giorni che penetra nelle carni. L’elevata quantità di sale cambia proprio le caratteristiche organolettiche delle carni, ne aumenta drasticamente il tempo di conservazione e per consumarlo devi dissalarlo a lungo.
      – Stoccafisso: in questo caso il merluzzo viene essiccato e battuto. È un prodotto molto pregiato e molto diffuso qui in Veneto dove è l’ingrediente principale di 2 pilastri della nostra cucina: il baccalà mantecato e il bacalà (con una c sola) alla vicentina. Périma di usarlo va reidratato in acqua corrente diversi giorni.
      – Merluzzo: si tratta dei filetti che trovi spesso surgelati con il nome di merluzzo d’Alaska. Di basso spessore e costo ridotto.
      – Merluzzo nordico leggermente salato: sono filetti di un certo spessore ai quali viene iniettata una soluzione salata nelle carni. Molti venditori disonesti lo spacciano per baccalà già dissalato ma col baccalà non ha nulla a che fare. Il baccalà si conserva perchè ha assorbito molto sale in fase di salamoia (che dura diversi giorni), si tratta quindi di un processo che ha un costo. Il merluzzo nordico leggermente salato invece è normale merluzzo cui hanno siringato acqua e sale prima di surgelarlo (un procedimento che ha un costo decisamente più basso). Ad ogni modo iniettando acqua e sale si va ad avere una consistenza delle carni più compatta ed in generale un prodotto più di pregio rispetto al semplice merluzzo e più economico rispetto a baccalà e stoccafisso.

      Quindi tornando alla tua domanda, io ho utilizzato merluzzo nordico leggermente salato che, anche se lo lavo molto bene prima di porzionarlo, resta comunque piuttosto sapido (talvolta anche troppo se non lo sciacquo bene). Quando utilizzi questo prodotto (solitamente lo ricnosci perchè sono filetti di bell’aspetto e spessi sui 4 cm) il sale non bisogna proprio utilizzarlo perchè rischieresti di trovarti un piatto immangiabile 😀

      • Fabrizio Gibin ha detto:

        Ti ringrazio della spiegazione, molto interessante. Qui in Brasile c’è una cultura importante del baccalà, tratta dai Portoghesi, mentre è più complicato trovare il merluzzo, sia fresco, sia congelato. In generale, qui il baccalà e cotto alla griglia oppure fritto per immersione in olio d’oliva. Grazie ancora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Valutazione ricetta




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.