Fettine di lonza di maiale alla senape. Una ricetta salvacena

La lonza di maiale alla senape è un secondo piatto di carne facile, economico e veloce da preparare. Una ricetta salvacena per la cucina di tutti i giorni.

fettine-lonza-maiale-senape

Mai più lonza di maiale stopposa. Basta un po’ di senape e un po’ di panna per ammorbidire questa carne magra

La lonza di maiale, come il petto di pollo del resto, non la trovo particolarmente entusiasmante dal punto di vista culinario. Ciononostante è una carne magra ed economica che saltuariamente metto in carrello. Del resto non si può vivere di sole costate e salsicce.

Il problema delle fettine di lonza di maiale è che, essendo magre, tendono a diventare stoppose una volta cucinate. E’ quindi importante preparare un fondo di cottura o un condimento di accompagnamento allo scopo di inumidirle. In questa ricetta ho usato la panna (che col maiale sta sempre bene) e la senape per preparare un secondo piatto veloce diverso dal solito. Il risultato è stato decisamente apprezzabile. Un buon sistema per rendere appetitose anche le solite fettine di lonza.

fettine-lonza-maiale-padella

fettine-lonza-maiale-senape-padella

fettine-lonza-maiale-senape

fettine-lonza-maiale-senape
Stampa

Fettine di lonza di maiale alla senape

Piatto Secondi
Cucina Italiana
Preparazione 5 minuti
Cottura 10 minuti
Tempo totale 15 minuti
Porzioni 2

Ingredienti

  • 4 fettine lonza di maiale
  • 2-3 cucchiai senape
  • 100 ml panna (o 150 ml di latte)
  • 1 cucchiaino curcuma (facoltativa)
  • sale q.b.

Istruzioni

  1. In una ciotola mescolare insieme la panna, la senape e la curcuma. NB: la curcuma potete ometterla, serve principalmente per dare colore alla cremina.

  2. Asciugare le fettine di lonza di maiale. Rosolarle 1-2 minuti in una padella antiaderente ben calda.

  3. Aggiungere nella padella la cremina a base di panna e senape. Abbassare la fiamma e cuocere lentamente (tenendo mescolato) per una decina di minuti.

  4. Impiattare e servire.


 

Se ti è piaciuta questa ricetta non dimenticare di condividerla e di mettere un like alla pagina facebook del blog. Aiuterai questo sito a crescere e darai uno stimolo all’autore per continuare a migliorarsi.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *