Filetti di aringa marinati con nastri di carote al limone – Quando il cibo povero si traveste da ricco.

I filetti di aringa marinati con nastri di carote al limone sono un antipasto economico ma molto saporito e coreografico.

Aringa-marinata-con-nastri-carote

PUBBLICITÀ

Aringa marinata. Come svecchiare un piatto povero

A tavola mi piacciono le porzioni abbondanti e i piatti saporiti. In altre parole tra il sushi e una ricetta tipica regionale preferisco sempre la seconda. Le aringhe affumicate fanno parte della cucina regionale veneta. In passato erano un piatto povero e si mangiavano insieme alla polenta.

Oggi mi piacciono particolarmente per il loro sapore intenso e per la loro versatilità. In questo blog ho già proposto le aringhe accompagnate da finocchi in saor, i filetti di aringa alla griglia con patate e l’insalata di mele e aringhe. Con questa ricetta provo a svecchiarle e toglier loro l’aura di piatto povero. Per farlo ho ritagliato dei nastri di carote arancio e carote viola che ho marinato nel limone. L’acidità del limone contribuisce a smorzare il gusto intenso dell’aringa e la croccantezza delle carote contrastano con la consistenza dei filetti.

Aringa-affumicata-nel-latte

aringa-affumicata-marinata-con-olio-limone-aglio-prezzemolo

Carpaccio-di-aringa-affumicata-con-nastri-di-carote

Filetti-di-aringa-marinati-con-carote-arancio-viola-al-limone

Filetti di aringa marinati con nastri di carote al limone

Piatto Antipasti
Cucina Italiana
Preparazione 20 minuti
Tempo totale 20 minuti
Porzioni 2

Ingredienti

  • 4 filetti di aringa affumicata
  • 2-3 limoni
  • 1 lime
  • 1 carota arancione
  • 1 carota viola
  • 1 spicchio aglio
  • latte q.b.
  • 2-3 cucchiai prezzemolo tritato q.b.
  • olio evo q.b.

Istruzioni

  1. Riporre i filetti di aringa in un contenitore di vetro e ricoprirli interamente con latte. Trasferire in frigorifero per un giorno intero.

  2. Il giorno seguente tirar fuori dal frigo i filetti. Gettare via il latte e asciugare bene con carta assorbente.
  3. Preparare un'emulsione con il succo di due limoni, abbondante olio evo e 1 spicchio d'aglio schiacciato con lo spremiaglio (o tritato molto finemente).
  4. Adagiare i filetti di aringa in un recipiente, ricoprirli con l'emulsione di olio e limone e cospargere il tutto di prezzemolo. Lasciare marinare per circa 1 ora.

  5. Nel frattempo pelare 2 carote (una arancio e una viola). Con il pelapatate ricavarne dei nastri sottili. Trasferire i nastri in un recipiente a chiusura ermetica. Versarvi sopra il succo di mezzo limone. Chiudere il coperchio e agitare per distribuire il succo di limone su tutta la superficie dei nastri di carota.

  6. Estrarre i filetti di aringa dalla marinata. Impiattare decorando il piatto con i nastri di carote e un paio di fettine di lime. Aggiungere una piccola macinata di pepe e servire in tavola.

Se ti è piaciuta questa ricetta non dimenticare di condividerla e di mettere un like alla pagina facebook del blog. Aiuterai questo sito a crescere e darai uno stimolo all’autore per continuare a migliorarsi.

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Potrebbero interessarti anche...

2 risposte

  1. Roberto ha detto:

    Le aringhe affumicate sono ottime, non povere, ancora tante grazie

    • Gianni ha detto:

      Piacciono molto anche a me 🙂 Sono povere perchè una volta, ai tempi dei miei nonni, con un’aringa ci mangiava tutta la famiglia. Strofinavano l’aringa sulla polenta che così ne prendeva il sapore. Così si riempivano la pancia con la polenta con l’illusione di mangiare qualcosa di diverso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valutazione ricetta




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.