Asparagi alla griglia – Un contorno stagionale di sicuro effetto

Gli asparagi alla griglia sono un contorno di verdure primaverile perfetto per accompagnare pesce e carne grigliati nel barbecue.

Asparagi alla griglia con rucola e pomodorini

Shopping sfrenato con contorno di asparagi alla griglia

La stagione degli asparagi inizia a fine marzo e termina i primi di giugno. Solitamente qui a casa nostra vanno per la maggiore fatti al vapore con un contorno di uova. Ma non è di questa ricetta che voglio parlare oggi. Tutto è partito da un paio di sgombri che avevo appena comprato in pescheria. Volevo abbinarci un contorno colorato e primaverile e stavo rimuginando verso quale ortaggio orientarmi. In quel momento è rientrata a casa la dolce metà da un pomeriggio di shopping (ormai l’avevo data per dispersa). Oltre a 5 (e dico cinque) vestiti, aveva in mano un mazzetto di asparagi. Visto avevo deciso di cucinare gli sgombri nel barbecue, ho quindi pensato che il contorno perfetto erano gli asparagi alla griglia.

Sebbene sia arrivato al momento giusto, il mazzetto in questione non brillava per giovinezza. I spàresi (li chiamiamo così in dialetto veneto) erano infatti un po’ legnosi ed alcuni avevano un diametro importante. Non mi sono dunque fidato a grigliarli direttamente per paura che rimanessero duri e fibrosi. Ho quindi tagliato le estremità legnose dell’asparago e ho rimosso la pelle sotto il germoglio con il pelapatate. Ho poi lessato questi ortaggi un paio di minuti per ammorbidirli e, subito dopo, li ho passati sotto l’acqua gelata per preservarne il colore. Infine ho preparato gli asparagi alla griglia.

Una vinaigrette è il condimento ideale

Per condire gli asparagi grigliati ho preparato una sorta di vinaigrette a base di olio, limone, timo limonato e senape (per legare l’emulsione). La salsa si sposa benissimo con il sapore marcato degli asparagi verdi. L’acidità del limone ed il sapore agrumato del timo limonato bilanciano alla perfezione il gusto dolciastro del germoglio. Ho impiattato il tutto con abbondante rucola e qualche pomodoro datterino per dare colore al piatto. Perchè la primavera è la stagione dei colori. Colori che è bello ritrovare nelle pietanze di tutti i giorni!

Asparagi grigliati nella bistecchiera

Grigliare gli asparagi in una bistecchiera o in una piastra molto calda.

vinaigrette con olio, limone, senape e timo limonato

Un’emulsione a base di olio, limone, senape e timo limonato è l’ideale per accompagnare questo gustoso piatto stagionale.

asparagi alla griglia
Stampa

Asparagi alla griglia

Questo piatto è un contorno primaverile ideale per accompagnare pietanze a base di carne o pesce.

Piatto Contorni
Cucina Italiana
Preparazione 10 minuti
Cottura 15 minuti
Tempo totale 25 minuti
Porzioni 2

Ingredienti

  • 1 mazzetto asparagi (bianchi o verdi)
  • 1 cucchiaio senape
  • 2 cucchiai olio evo
  • 2 cucchiai limone
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • 1 cucchiaino timo limonato tritato

Istruzioni

  1. Tagliare le estremità legnose degli asparagi e rimuoverne la pelle sotto il germoglio (io uso il pelapatate).

  2. Portare a bollore una pentola d'acqua e lessarli 2-3 minuti. Scolarli e passarli sotto l'acqua gelata per preservarne il colore (se usate la varietà verde). Asciugarli bene e trasferirli in una bistecchiera o in una griglia calda.

  3. Grigliare gli asparagi nella bistecchiera una decina di minuti girandoli di tanto in tanto per assicurare una cottura uniforme.

  4. In una ciotola peparare un'emulsione a base di olio, limone, un trito di timo limonato, sale, pepe e senape. La senape farà da legante tra l'olio e il limone.

  5. Impiattare gli asparagi grigliati e versarvi sopra la vinaigrette. Buon appetito!

Note

Se i vostri asparagi hanno un diametro ridotto potete omettere la fase di pelatura del gambo e la preventiva bollitura.

Il nome di questo ortaggio deriva dal termine grego aspharagos e significa germoglio.

Il timo limonato si presta benissimo ad essere coltivato in vaso sul balcone di casa ed è eccellente per insaporire una gran varietà di pietanze.


Se ti è piaciuta questa ricetta non dimenticare di condividerla e di mettere un like alla pagina facebook del blog. A te non costa nulla, ma farai capire all’autore che apprezzi il suo lavoro.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *