Pollo in saor

Si dice che fritta è buona anche una ciabatta… ma se la fai in saor diventa speciale! Questo pollo non fa eccezione! Vai subito alla ricetta e alla videoricetta oppure continua la lettura per la presentazione del piatto!

pollo in saor

NB: mi piace dialogare con i miei lettori. Usa i commenti per dirmi che ne pensi della ricetta o per chiedermi spiegazioni se non ti è chiaro qualcosa 😉

Presentazione

pollo in saor

Il saor è una sorta di condimento, tipico della cucina veneziana, inventato dai pescatori. Si tratta in sostanza di cipolle stufate con aceto (in inverno spesso arricchite da pinoli e uva sultanina) dal gusto tendenzialmente agrodolce. Le cipolle preparate in questo modo (in grande quantità) permettevano di conservare più a lungo gli alimenti (solitamente sarde fritte) anche senza frigo. L’ideale insomma per portarsi da mangiare in mare. Il piatto più famoso e che meglio rappresenta questa modalità di conservazione sono le sarde in saor, ma non è il solo. Qui in Veneto sono molto conosciuti anche gli scampi in saor, i radicchi (di Treviso) in saor e, in misura minore, il pollo in saor. Ed è proprio quest’ultimo che ti porto qui oggi. Si tratta insomma di un piatto tipico veneto che io ho preparato con una piccola variante, ho infatti cotto il pollo panato nella friggitrice ad aria anziché friggerlo come tradizione vorrebbe.

La ricetta del petto di pollo in saor

Pollo in saor

Un secondo di carne tipico della cucina veneta da gustare freddo o a temperatura ambiente.
Piatto Secondi
Cucina Italiana
Keyword petto di pollo, pollo
Preparazione 15 minuti
Cottura 30 minuti
Tempo totale 45 minuti
Porzioni 4
Calorie 450 kcal
Autore Gianni Polesello (https://www.mangiabevigodi.it)

Ingredienti

ingredienti per il pollo panato

  • 5-600 g petto di pollo
  • 2 uova
  • farina q.b.
  • pangrattato q.b.
  • olio di semi q.b.

ingredienti per il saor

  • 6-700 g cipolle bianche
  • 1-3 bicchiere aceto
  • olio di semi q.b.
  • 3-5 cucchiai uvetta
  • 30 g pinoli
  • sale q.b..

Istruzioni

LINK SPONSORIZZATI

  1. Affettare grossolanamente le cipolle, trasferirle quindi in una casseruola, aggiungere l’aceto, abbondante olio di semi, qualche manciata di uvetta e qualche cucchiaio di pinoli. Cuocere a fiamma bassa finchè la cipolla non appare morbida e traslucida (serviranno almeno 20-30 minuti).
    stufare le cipolle
  2. Tagliare a striscioline il petto di pollo.
    tagliare il petto di pollo
  3. Panare il petto di pollo passandolo prima nella farina, poi nelle uova sbattute e infine nel pangrattato.
    aggiungere la panatura al petto di pollo
  4. Friggere il pollo in abbondante olio di semi oppure cuocerlo, come ho fatto io, nella friggitrice ad aria (vedi la mia preferita). In quest’ultimo caso conviene ungere il pollo panato con un nebulizzatore per olio (vedi il mio su Amazon) e cuocere per 10 minuti a 200 °C. A questo punto si gira il pollo, si spruzza nuovamente l’olio con il nebulizzatore e si “inforna altri 5-10 minuti sempre a 200 °C.

    friggere il pollo nella friggitrice ad aria
  5. Far raffreddare le cipolle e il pollo, quindi trasferire il tutto “a strati” alternati in una pirofila.
    alternare il pollo con il saor
  6. Conservare in frigo il pollo in saor per almeno 12 ore e servire.
    pollo in saor

LINK SPONSORIZZATI

Video ricetta

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Valutazione ricetta




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.